Innovati per… Fare Network Marketing

Spesso si sente parlare di Network Marketing o di Marketing Multilivello o di Multilevel Marketing come uno schema Ponzi, sistema piramidale di vendita o catena di S’Antonio… Niente di più sbagliato!

Il network marketing è semplicemente un sistema di vendita utilizzato da moltissime aziende nel mondo per portare un prodotto o servizio sul mercato attraverso l’attività commerciale di distributori indipendenti.

Il distributore indipendente è una persona ed è l’unico intermediario tra l’azienda e il cliente finale. L’azienda si occupa della produzione, della logistica di magazzino, della spedizione della merce, della gestione fiscale ed amministrativa dei distributori, dell’assistenza, della manutenzione evolutiva del proprio sistema di supporto e della formazione aziendale mentre il distributore provvede esclusivamente alla VENDITA ed allo SVILUPPO di una PROPRIA RETE COMMERCIALE formata da altri distributori come lui.

Il guadagno del distributore è dato dalla VENDITA DIRETTA dei prodotti o servizi verso il cliente finale e dalle PROVVIGIONI guadagnate (percentuale del volume di vendita o vendita indiretta) derivanti dal fatturato della SUA rete commerciale di distributori.

Il piano compensi ed il modello di business in Italia è regolamentato dalla legge 173/2005. L’Avedisco, è l’unica associazione in Italia che tutela consumatori e distributori e che certifica il corretto svolgimento delle attività commerciali delle aziende che utilizzano il modello del network marketing. Essere socio Avedisco non è obbligatorio, quindi è possibile che ci siano aziende non certificate che lavorino comunque nel rispetto delle normative vigenti.

Fatta questa dovuta premessa, ecco QUALI SONO I 5 ERRORI PRINCIPALI che fanno la maggior parte delle persone che iniziano un’attività di network marketing:

  1. Iniziare con una società molto giovane. Una società giovane NON può avere una storia finanziaria a garanzia della propria sostenibilità. Inoltre è impensabile che una società con meno di 5 anni di vita possa avere un sistema di supporto decente su larga scala nel territorio come è impensabile che abbia la capacità finanziaria per creare un sistema di gestione on line (app per smartphone, e-commerce, ufficio virtuale ecc…). Conviene sempre affidarsi ad aziende “vecchie” che siano sul mercato nazionale ed internazionale da più di 5 anni (meglio se quotate in borsa) e che abbiano un fatturato annuo superiore al miliardo di euro.
  2. Sottovalutare il tipo di attività. Il NETWORKER (spesso confuso con il venditore porta a porta perchè l’attività è regolamentata dalla stessa legge…) non è un impiegato a stipendio fisso ma E’ UN VENDITORE che SVILUPPA RETI COMMERCIALI, quindi è un libero professionista che gestisce la sua attività d’impresa. Di conseguenza, se vuoi iniziare a fare questo tipo di attività, devi essere consapevole che DEVI IMPARARE A VENDERE e che devi FINANZIARE la tua formazione personale e professionale. In base al tipo di azienda che sceglierai troverai un sistema di supporto più o meno valido ma DOVRAI SEMPRE ESSERE CONSAPEVOLE che DOVRAI INVESTIRE TEMPO E DENARO per acquisire conoscenze e competenze specifiche.
  3. La certezza di diventare ricchi. Mi dispiace deluderti ma è meglio che tu sappia fin dall’inizio che NEANCHE l’1% dei networker in Italia e nel mondo arriva a guadagnare cifre milionarie. La maggior parte dei distributori indipendenti ha un guadagno extra appena sufficiente per pagarsi il consumo personale dei prodotti o servizi. Solo una piccola percentuale riesce a guadagnare una cifra dignitosa per vivere. Ciò non vuol dire che IL GIOCO NON VALGA LA CANDELA, anzi, ma come in tutte le attività indipendenti, non esiste alcuna garanzia di successo.
  4. Pretendere di ottenere guadagni immediati. Il networker NON è un’attività per tutti. Bisogna avere un minimo di attitudine alla libera professione e disposti ad investire tempo nello studio per la propria EDUCAZIONE COMMERCIALE E FINANZIARIA. La maggior parte delle persone inizia part-time ma solo una piccola percentuale alla fine decide di dedicarsi totalmente a questa attività. In Italia esistono migliaia di persone che hanno un ottimo tenore di vita grazie all’attività di network marketing ma non superano mai il 2% della totalità dei distributori della propria azienda. L’attività però rimane un’ottima opportunità di guadagno extra part-time per INTEGRARE il proprio stipendio; risultato che mediamente arriva dopo circa 6-9 mesi di lavoro costante.
  5. La convinzione di dover investire ingenti somme di denaro. L’attività di network marketing NON richiede investimenti rilevanti per iniziare (di solito poche decine di euro…) ed inizialmente non è necessaria l’apertura di una posizione iva. Al contrario è un tipo di attività che permette di usufruire di notevoli agevolazioni fiscali (IVA a costo zero ed altre…) ma devi essere consapevole che tutte le eventuali spese di gestione e di rappresentanza (costo carburante, pubblicità personale, biglietti da visita ecc…) sono a tuo carico.

Come in tutte le attività commerciali dove sei l’imprenditore di te stesso, anche nel network marketing puoi PERFORMARE grazie all’uso di tecnologie specifiche. Gli strumenti di innovazione tecnologica possono aiutarti in TUTTI i processi necessari allo sviluppo del tuo business permettendoti di lavorare in mobilità anche da casa. Parte del TUO SUCCESSO sarà garantito nell’avere un SISTEMA EFFICACE per la generazione COSTANTE di nuovi clienti e distributori. Clicca QUI per prenotare la tua consulenza gratuita on line di 30 minuti e ti dimostrerò come MIGLIORARE od iniziare nel modo più efficiente possibile la TUA attività di network marketing!

Contattami per qualsiasi tipo di chiarimento e… Lasciati Innovare!

Andrea Deias

Appassionato e malato cronico di tecnologia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.